Ven. Ago 12th, 2022

Quanta energia in una manciata di cera! E dalla cera alle candele, fatte col miele lavorato dalle api che, unito ad altri zuccheri si indurisce con l’aria, formando le  famose cellette esagonali dell’alveare, così importanti che anche il grande Napoleone ordinava tessuti col motivo a “nido d’ape” e api d’oro sono state raffigurate in immagini araldiche per molto tempo, (api come simbolo di operosità e unione, come appunto molteplici sono le funzioni e gli usi della cera e delle candele.) Ma torniamo a loro…

Da sempre simbolo affascinante ed esoterico, utilizzate per illuminare, riscaldare , compiere riti e sortilegi, nella Magia Bianca e Nera, nello Sciamanesimo e nella Meditazione per contattare l’Universo e Dio , fondendo insieme i 4 elementi: l’Acqua della cera che si scioglie, il Fuoco della sua fiamma, la cera proveniente dalla Terra, il fumo prodotto, l’Aria.

 Esistono candele naturali ed artificiali, le ultime da evitare per la loro tossicità, si consiglia  di affidarsi a quelle prodotte dalle api e a quelle di origine vegetale (di palma, soia) o minerale .

Un alveare produce mediamente un chilo di cera all’anno e poi…che motivo avrebbe dunque l’uomo di uccidere le balene? Difatti dalle cavità del loro cervello ( in particolare quello dei Capodogli), si ottiene un olio molto forte, lo Spermaceto, per farne appunto delle candele! Perché questo orrore, quando si può prediligere l’olio di Lino o di Canapa? O la canna da zucchero, tutti elementi con presenza di atomi di ossigeno, idrogeno, carbonio, gli stessi del nostro corpo!

 Infatti la candela è il simbolo dell’Uomo, la cera è il Corpo, lo stoppino è l’Anima, la fiamma lo Spirito e la “Preghiera all’Universo”, elemento questo, fondamentale per manifestare nella nostra vita ciò che desideriamo e in questo caso entrano in gioco le candele colorate, associate alle relative Energie Angeliche : le candele Bianche sono simbolo di pace, serenità e purezza, luce ed equilibrio; le candele Gialle di creatività, forza intellettiva ed intellettuale, usate come aiuto nelle abilità professionali,  nello studio, nella  memoria e nella concentrazione . le candele Rosa attirano abbondanza, l’amore, l’amicizia e sono di aiuto per le coppie; quelle Verdi richiamano fortuna, salute e prosperità; quelle Blu la spiritualità e i poteri extrasensoriali; le candele Rosse  alimentano l’amore, la passione, il desiderio l’energia vitale e proteggono dalle disgrazie; quelle Viola aumentano la spiritualità; quelle Nere assorbono le energie negative e le trasmutano, al contrario di quello che si potrebbe pensare, (da sempre associate unicamente al satanismo) ; quelle Dorate  rappresentano abbondanza e ricchezza, abbinate all’Energia Solare, ai Solstizi a agli Equinozi; quelle d’Argento sono collegate all’Energia Lunare; quelle Marroni simboleggiano la Terra e quindi aiutano e proteggono la casa,  gli oggetti, l’auto, la salute degli animali domestici; per risolvere i problemi di denaro aiutano le candele Arancioni.

Possono essere accompagnate da aromi e essenze che ne amplificano il potere, perché il fuoco, la luce, devono alimentarsi con l’elemento aria e la vista e l’olfatto sono importantissimi  uniti assieme, ad esempio l’aroma del Limone allontana la negatività, la Lavanda rilassa, i Gerani migliorano la fiducia.  La prima candela fu fatta da Mosè sotto la guida di Dio ed è stata preparata la prima ricetta accompagnata da incensi, profumi ed essenze.

 È importante anche  il movimento della fiamma e il suo contorcersi ha un suo preciso significato di liberazione  e purificazione.

Può andar bene da sola in totale semplicità o essere posta su di un vero e proprio altare, seguendo regole tecniche o seguendo il nostro istinto, con qualche Cristallo o qualche altra pietra che si colleghi a qualche elemento della Natura e a tessuti di vario colore ( e non messi a caso) con accessori come insegnano le discipline meditative. L’importante è l’uso che se ne fa e l’intento che si mette nel suo utilizzo, tenendo conto della sua funzione e del suo potere : gli antichi Maya erano convinti che unendo il “Corazon della Tierra”e il “Corazon del Cielo”, con un altare di candele, si creasse una connessione spirituale che poteva influenzare l’abbondanza di pioggia o di cibo sulla terra .

Le candele sono importantissime e hanno molteplici funzioni estetiche, “riscaldare l’atmosfera”, dare un effetto romantico, perché si adagiano sul concetto di “intimo”, accogliente, calore magico ed energia oltre che di spiritualità.

Ci si  può mettere in contatto con energie “altre”, invisibili, portarci in una Dimensione Parallela, dove nulla di quello che ci circonda appare come è realmente anche se tutto è al proprio posto ma il luogo dove siamo, cambia: un tavolo ben apparecchiato con una candela accesa ha sempre un richiamo in più nel nostro cuore, perché in sintonia col nostro centro, ma senza farci perdere il contatto con la realtà,  perché rimaniamo dove siamo, magari davanti ad un tramonto o sorseggiando una coppa  di vino o mangiando una pizza  come fosse una Tartàre, o cantando e pregando, connettendoci con il Divino: alla luce della candela possiamo esprimere noi stessi e rivelare la Verità, ci apriamo, ci sentiamo al sicuro, raccolti, ma non esposti.

Il risultato? È quello dove tutto ci appare più bello ed affascinante, romantico e misterioso. L’importante è che l’energia sia sempre improntata all’Amore per un identico ritorno su sè stessi: ciò che emetti, raccogli.

Quello che importa è che sia unita a una preghiera silenziosa, anche solo la contemplazione della sua fiamma verso l’Universo, ci conduce in realtà, verso noi stessi,  perché noi siamo al centro dell’universo, verso la nostra reale coscienza.

Con le candele,le memorie ataviche della nostra anima ci fanno tornare  indietro nella notte dei tempi, rafforzando le nostre energie senza neanche rendercene conto.

E ora vado ad accendere la mia candela…

Daniela Casaburi

(Foto di Daniela Casaburi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *