Lun. Giu 24th, 2024

Sono passate ormai due settimane da quando si è appreso degli arresti del presidente della regione Liguria e dell’ad di Iren. Per quanto riguarda Toti se ne stanno chiedendo le dimissioni, ma per quanto concerne  Paolo Signorini, tutto è avvolto nel silenzio. Fatto salvo la presunzione di innocenza e per fatti che riguardano Signorini quando ancora non era in Iren, resta però ineludibile a questo punto una richiesta di trasparenza e di pulizia morale, specie in un momento storico e politico come questo, dove sempre più cittadini faticano a pagare le bollette, che stridono al cospetto dei compensi percepiti dai dirigenti della società. Le deleghe a Signorini sono state immediatamente riassegnate ad altri (giustamente), tuttavia non sono ancora avvenute le doverose dimissioni. Per tanto mi domando: i sindaci della nostra provincia e soprattutto il primo cittadino di Reggio Emilia, non hanno nulla da dire in merito? A quando le dimissioni di Signorini?

Sia ben chiaro, non per propositi di giustizialismo, le indagini e il processo stabiliranno dove sta la verità, ma nel frattempo nei confronti proprio dei cittadini è necessaria una presa di posizione netta, affinché non permanga come sempre il dubbio che ci siano cittadini di serie A e cittadini di serie B di fronte a fatti simili a questo.

Alessandro Fontanesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *