La vacanza come -prova del nove- in amore.

Una coppia che funziona bene la si riconosce immediatamente. I movimenti dei due componenti sembrano sincronizzati, in compagnia di altre persone i loro sguardi si incrociano frequentemente, come se tale abitudine servisse a trarre forza e coraggio l’uno dall’altra.

Ciascuno conosce perfettamente le debolezze del partner, per questo nella vita sociale ognuno mette in evidenza le virtù dell’altro, cercando con discrezione di nasconderne le fragilità.

Ma come si fa a capire se una coppia funziona veramente bene oppure se è in crisi?

Certo, non ho la minima intenzione di semplificare decenni di lavoro di professionisti attraverso un semplice articolo, e non ho neppure la presunzione che un piccolo suggerimento possa risolvere amletici dubbi, però un modo semplice per farsi un’idea attendibile senza essere degli esperti in materie psicologiche è possibile!  “La prova del nove” che andrò a suggerire è uno strumento attendibile non solo per se stessi, per gli amici e conoscenti, ma risulta essere efficace anche per valutare persone che non si frequentano o si incontrano per caso. La prova si chiama vacanza.

Se, durante una vacanza, dal comportamento dei due partner si evince un profondo stato di benessere, allora quella coppia probabilmente è in salute; se invece si denota uno stato più o meno persistente di immotivata tensione (in villeggiatura, salvo drammi personali inaspettati, tutte le forme di tensioni non sono mai giustificate), allora i due partner dovrebbero seriamente prendere in considerazione la possibilità di chiudere la loro relazione sentimentale. Se si litiga in vacanza, le probabilità che il rapporto sia, seppur inconsapevolmente, già naufragato, sono molto elevate.

D’altro canto, le coppie che vivono serenamente e in perfetta sintonia una vacanza, non è affatto scontato che al ritorno non abbiano seri problemi da affrontare e importanti conflitti da risolvere. E’ però molto probabile che, quando le tensioni della vita quotidiana contaminano anche la gioia e la spensieratezza impressa dall’atmosfera vacanziera, come ho già detto, la coppia in questione farebbe bene a considerare il fatto che la storia d’amore potrebbe essere arrivata al capolinea.

Consiglierei quindi a coloro che non sanno esattamente se la loro crisi sentimentale sia transitoria o irreversibile di trascorrere, magari fuori programma, una vacanza insieme come modo migliore per comprendere la situazione, e chissà… tale tentativo potrebbe rivelarsi anche utile per ritrovare gli stimoli giusti o per affinare una relazione che potrebbe semplicemente essere stata un po’ appesantita dalla routine quotidiana e/o dalle tensioni che i problemi di ordine comune producono inevitabilmente.

 

Antimo Pappadia

wp_7490131

Antimo Pappadia Direttore responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *