L’intervista “speciale” a Antonio Braglia.

Gamestart.it e World Games, in Italia sono le prime realtà storiche nel campo videoludico. A Reggio Emilia, in via Roma 38 c’è lo storico punto di riferimento per tutti gli appassionati di videogiochi, console, accessori, guide strategiche, action figure e retrogames. “Serietà e professionalità fanno del loro staff uno dei migliori in questo campo”. Mai nulla di più vero è stato asserito all’interno di un sito web di presentazione, infatti, possiamo confermare che il personale è veramente speciale.

Antonio, titolare del Word games di Reggio Emilia, oltre a svolgere il proprio dovere in modo irreprensibile, è anche una persona straordinaria ed ha accolto con entusiasmo e responsabilità un progetto di inserimento lavorativo di un ragazzo speciale di nome Stefano.

www.lintelligente.it ha voluto saperne di più in merito a questa pionieristica iniziativa e, approfittando anche della gentilezza e della disponibilità del titolare Antonio, gli ha rivolto alcune domande:

Antonio, qual è stata la prima cosa che ha pensato quando le è stato proposto di farsi avvalere della collaborazione di un ragazzo “diverso” come Stefano?

La proposta mi è arrivata tramite l’educatore di Stefano, Riccardo che si è presentato in negozio illustrandomi in modo sincero e conciso il progetto che aveva in mente, compresi i dubbi e le perplessità relativi a un percorso innovativo e delicato come questo

 

Quali erano i suoi timori?

-Le mie perplessità e timori in realtà non hanno mai riguardato Stefano in particolare, ma piuttosto se io fossi stato in grado di gestire un situazione simile

 

I risultati ottenuti fino ad oggi, sono in linea con le aspettative ?

-Non ho mai avuto la minima aspettative a breve o a lungo termine. Ho inziato questo progetto cercando di ottenere piccoli risultati di volta in volta. I risultati positivi sono arrivati ben presto e sono stati parecchi.

Se tornasse indietro, la rifarebbe questa esperienza?

Sicuramente

 

-Consiglierebbe questo esperimento psico-educativo di tipo pionieristico a altri commercianti

-lo consiglieri a tutti coloro che hanno voglia di provare a vedere le cose da un altro punto di vista. E a tutti coloro che hanno voglia di apprendere e conoscere qualcosa in più. Perchè c’è sempre tanto da imparare. Da TUTTI

Noi di www.lintelligente.it riteniamo che non esistono delle idee in assoluto migliori di altre, ma siamo certi che le persone possono migliorare il risultato all’interno di un’idea. Per dirla con un luogo comune: sono le persone a fare la differenza e, in questo caso, Antonio Braglia ha permesso di concretizzare un’idea che fino ad un anno fa era solo una visione.

Infine, mi appare doveroso far presente che, come ci ha già accennato Antonio, il percorso psico-educativo di Stefano è stato ideato, monitorato e supervisionato dal bravissimo educatore professionale Riccardo Versari.

 

Barbara Lo Rillo

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *