Leoni da tastiera

Leoni Da Tastiera Leone: grosso mammifero carnivoro di color fulvo, con testa grossa. È spesso dimbolo di forza. O di codardia, in questo caso. Quale caso? Il caso dei leoni da tastiera, semplice. Quelle persone che sembrano così miti, così gentili. Ma poi, nascoste dietro a uno schermo, meglio noto come il preservativo del ventunesimo secolo, tirano fuori il meglio di sé. Cioè il peggio. Forse comincio a capire il perchè in molti forum i tre argomenti siano vietati. Quali argomenti? Semplice: calcio, religione, politica. Non necessariamente in quest’ordine. Il probelma è che ognuno crede di avere in tasca la verità assoluta e non esita ad azzannare la persona che oserà mettere in discussione le sue certezze, certezze che hanno messo radici anni addietro e nessuno pensa di estirparle per far crescere una nuova vita, rigogliosa, al posto di quella vecchia, ormai sul punto di morire. Eppure così tenace… “Si autoelimini dai miei amici chi ha votato per tizio, chi tifa per quella squadra, chi è vegano/carnivoro, chi ama/odia gli animali.” Fare un passo indietro, quel famoso passo indietro. No, troppa fatica. E poi, perchè devo farlo io? Perchè non lo fa prima l’altra persona? E via, un cane che si morde la coda. All’infinito. Perchè cerchiamo di distruggere, quando costruire è molto più affascinante e utile? E, perchè no, divertente? Perchè ci scorniamo come bestie impazzite quando un gesto o una parola possonofare la differenza? Perchè non ruggiamo quando una donna viene volentata, un bimbo picchiato? Quelli sarebbero ruggiti di progresso. E non servono costose tastiere che rischiano di assorbire al nostra parte migliore, per poi digerirla e farla uscire nera e putrida…

 

Roberto Baldini 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *