L’amore in terapia

La relazione di coppia è caratterizzata da un equilibrio dinamico, in continua trasformazione. Nel tempo l’innamoramento si trasforma in amore, la relazione diventa più solida e stabile, ma le emozioni travolgenti sperimentate nella fase iniziale del rapporto si affievoliscono. In una coppia duratura, i partner si troveranno ad attraversare molteplici esperienze, e questo sarà motivo di cambiamento sia per gli individui che per la relazione. In alcuni casi i cambiamenti potranno riguardare soltanto uno dei due, in altri casi, entrambi. Anche in questa circostanza non è detto che vadano nella stessa direzione; è possibile quindi che nella coppia vengano a crearsi squilibri che possono generare tensioni non sempre facili da gestire. Le tensioni possono accumularsi nel tempo fino ad arrivare a mettere a dura prova anche le coppie più consolidate. I problemi irrisolti si trasformano, man mano, in un groviglio che risulta sempre più difficile sbrogliare, e a volte persino i tentativi di risolvere le cose finiscono con il peggiorare la situazione.

Ma come mai, nonostante il perdurare dei sentimenti, diventa così complicato venire fuori da certe crisi? Arriva davvero un tempo in cui anche l’amore ha bisogno del dottore?   L’elemento fondamentale, per superare situazioni di questo tipo, è la capacità della coppia di gestire i conflitti. Ma le difficoltà a comprendere ed accettare il cambiamento, la mancanza di comunicazione che non permette di condividere emozioni e pensieri, il pigro adattarsi senza la ricerca di strategie e compromessi che possano ripristinare l’equilibrio, sono alcuni dei motivi per cui può essere d’aiuto provare a risolvere i conflitti mediante una terapia di coppia. La terapia di coppia è un mezzo per risolvere problemi e conflitti che la coppia non è in grado di gestire da sola in modo efficace. I partner si rivolgono ad un professionista qualificato con cui condividere pensieri e sentimenti, smascherare atteggiamenti inconsci che si riversano negativamente sul rapporto, per essere aiutati a identificare le aree problematiche, tentare di chiarire gli equivoci nella comunicazione e trovare una nuova chiave di lettura dei comportamenti propri e dell’altro. L’attenzione viene focalizzata sulla relazione e sui cambiamenti che possono essere ad essa apportati, sia nella comunicazione che nel comportamento. Essa si occupa in primo luogo di preservare il benessere generale delle persone che desiderano continuare a vivere in coppia. La domanda chiave è se la relazione, nel complesso, dona benessere e accresce l’autostima di ciascuno o è piuttosto fonte di frustrazioni e dispiaceri. La terapia di coppia insegna, prima che a stare bene insieme, a prendersi cura di sé e della propria interiorità, in modo da non continuare a delegare all’altro la possibilità di essere felici, facendolo diventare la fonte di tutti i mali nel caso in cui le cose non dovessero andare secondo i desideri.  Gli aspetti relazionali che vengono trattati in una terapia di coppia sono diversi: la comunicazione, la sessualità, il riconoscimento e soddisfacimento dei propri bisogni e desideri, le questioni economiche, infedeltà e gelosia, educazione dei figli. Il feeling con il terapeuta e la costruzione di una buona alleanza, rappresentano il vero punto di forza di una buona terapia. Ma altrettanto importante, perché la terapia funzioni, è la reale motivazione dei partner ad investire nel legame, la collaborazione e il desiderio sincero di partecipazione da parte di entrambi, la volontà di assumersi un impegno ad agire in maniera nuova, diversa, e contrastare la tentazione di mettere in atto modalità di interazione che, pur essendo disfunzionali, sono divenute consuete ed automatiche. Il terapeuta rappresenta una figura equidistante, capace di accogliere i bisogni e le peculiarità di entrambi senza emettere alcun tipo di giudizio. E’ in grado di evidenziare la complementarietà delle differenze e la complessità degli individui e del legame. Le sue competenze e capacità di mediazione offrono alla coppia l’opportunità di mettere in gioco le dinamiche relazionali in un contesto “protetto”, in cui possono trasformarsi ed evolvere da disfunzionali a funzionali. Proprio per questo la terapia di coppia, oltre ad essere indicata nelle situazioni di disagi relazionali, può rivelarsi un’esperienza molto utile a migliorare la relazione e rafforzare il legame affettivo.

 

Nunzia Manzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *