“Resta viva” di Camilla Stenti: le emozioni della vita in un romanzo

Basta una telefonata a stravolgere la vita di Gaia, la protagonista di “Resta viva” (Dario Abate Editore), esordio narrativo della giovane e talentuosa Camilla Stenti. L’opera ha vinto la Prima Edizione del Premio Letterario Internazionale Dario Abate Editore, sbaragliando la concorrenza e conquistandosi, dopo la pubblicazione, il plauso di molti lettori e lettrici.
“Resta viva” è stato presentato venerdì 1° marzo alla Branasserie, locale posto nella zona industriale Ranaro di Reggiolo, che sta portando avanti la rassegna LibriDine – Degustazioni libresche in collaborazione con il blog “La penna sognante”.

Dopo Artemide Almeria Baraldi (con Lisa Torelli, protagonista del reading “Le figlie di Budicca”, venerdì 15 febbraio) e i poeti della serata-reading “Parole d’amore in libertà” (venerdì 22 febbraio), Camilla Stenti è stata la terza ospite di LibriDine-Degustazioni Libresche. Prima della pubblicazione del romanzo, si è cimentata nella scrittura di racconti rimasti inediti; l’incontro con Dario Abate Editore e la successiva partecipazione al contest è stato all’insegna della casualità, tanto che Camilla afferma che non si sarebbe mai aspettata la vittoria.
Classe 1994, nata e cresciuta a Roma, Camilla attualmente frequenta l’Ateneo di Unimore (a Reggio Emilia) dov’è iscritta alla magistrale in “Pubblicità, Comunicazione Digitale e Creatività d’impresa”.
“Resta viva” spicca per l’importanza dei temi trattati, scritti con una semplicità disarmante. Senza voler dare lezioni di vita ed evitando toni altisonanti, Camilla ci racconta una storia vicina a noi, riuscendo a farci entrare nei panni della protagonista, Gaia, che narra le sue vicende in prima persona.

Ma chi è Gaia? È una ragazza di ventisei anni che vive comportandosi in maniera esemplare. È la figlia che ogni genitore vorrebbe avere, la fidanzata perfetta, insomma, una ragazza modello. La sua vita viene stravolta quando riceve una telefonata che le annuncia qualcosa di terribile. Da quel momento, ingaggia una vera e propria partita a scacchi con se stessa e con la vita. Intorno a lei si sviluppano le vicende di altri personaggi: dal fratello Francesco alla sorella Roberta, passando per i genitori e per il fidanzato, vediamo come ciò che stravolge la vita di una persona, ha un effetto domino devastante su chi lo circonda.

Quello che Gaia ci racconta è lampante rispetto alle dinamiche esistenziali: la vita non è controllabile, può riservarci sorprese che non sempre premiano il nostro comportamento corretto. Tutto questo è raccontato senza snocciolare frasi ad effetto prive di spessore. Quello che emerge dalla narrazione è un’autenticità che enfatizza la drammaticità della situazione. È difficile non essere coinvolti dalla scrittura di Camilla, così emozionale e, proprio per questo, capace di trascinare il lettore fino alla fine.

“Resta viva” è un esordio riuscito e potente. Il romanzo è disponibile sia in formato digitale, come e-book su tutti gli eStore, sia in versione cartacea. Camilla Stenti è attiva a livello Social e ha una pagina Autore Facebook.

La rassegna “LibriDine-Degustazioni Libresche” continua: venerdì 29 marzo sarà la volta di un “Viaggio nel fantasy” con gli interventi di Fabrizio Carollo, Alessandra Pozzi e Luca Marchesi, autori rispettivamente di “7 rintocchi” (Falzea Editore), “Quotidiano d’ombra” (Self) e “La trilogia delle streghe della Bassa” (Leone Editore).

 

Roberta De Tomi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *