Alfabeto della crisi.

Ogni saggista tende a tornare sul “luogo del delitto”. E a riprendere i propri “cavalli di battaglia” approfondendo, argomentando ulteriormente, rivedendo, confermando e disconfermando, aggiornando sulla base dell’evoluzione della cronaca.

I miei argomenti preferiti (chi mi avesse letto qualche volta su WWW.LINTELLIGENTE.IT lo sa) sono il capitalismo maturo, la democrazia, l’evoluzione della società italiana nell’ultimo secolo, la Resistenza e la Ricostruzione, il ’68 e gli Anni Settanta, il Marxismo, la spettacolarizzazione dell’arte, della cultura e della politica, la condizione esistenziale della mia generazione …

… quella dei baby boomer (1946-1964), ovvero del “boom demografico”, che oggi naviga fra i sessanta e settant’anni, ed “infesta” in vario modo tutte le istituzioni che contano. Per tale motivo l’ho definita (ho definito noi stessi), senza tante perifrasi, “la generazione orribile”:

http://www.lintelligente.it/2018/11/15/la-generazione-orribile-parte-prima/

http://www.lintelligente.it/2018/12/01/la-generazione-orribile-seconda-parte/ .

 

Dicevo che questi argomenti sono stati trattati in modo “saggistico”.

Non si tratta di un’autocelebrazione, perché non riguarda la qualità degli scritti, che ogni lettore potrà valutare (non io, naturalmente), ma una constatazione: gli intenti sono quelli di esplorare i temi in profondità, e ciò comporta a volte una lunghezza rilevante. A volte, sono state necessarie due “puntate”: Parte Prima e Parte Seconda, come nel caso stesso della “generazione orribile”.

Con il 2019 inizio un’avventura in parte diversa: non escludo di tornare su temi e argomenti similari (“ogni saggista tende a tornare sul ‘luogo del delitto’ ”), ma con un taglio breve, e nello stesso tempo riassuntivo.

In 21 uscite, dal 01 Febbraio al 15 Dicembre, con eccezione della pausa di Ferragosto, riassumerò 21 temi e argomenti che mi sembra abbiano connotato, e/o continuino a connotare, la “crisi” degli ultimi anni. 21 uscite, come le lettere dell’alfabeto (ad eccezione di J, K, W, X e Y). E così, cominciando dalla A di “A sorte” (una chiosa alla proposta di Beppe Grillo di estrarre a sorte i Parlamentari, frettolosamente ed ingiustamente derubricata a “provocazione”):

https://www.corriere.it/politica/18_giugno_28/m5s-grillo-parlamentari-estratti-sorte-94690efa-7ab7-11e8-80d9-0ec4c8d0e802.shtml?refresh_ce-cp

… fino alla Z di “Zidane” (ovvero alla riconsiderazione “politica” della celebre “testata”, tanto deplorata all’epoca dai puristi del Calcio, e poi diventata addirittura rappresentazione artistica):

http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/sport/calcio/frase-materazzi/frase-materazzi/frase-materazzi.html?refresh_ce ;

https://video.repubblica.it/sport/parigi-la-testata-di-zidane-a-materazzi-diventa-una-statua/106086/104466

… scorreranno temi e argomenti che ben si prestano a descrivere il presente ed il recente passato. “La crisi”, insomma.

Il piano delle uscite è già stabilito, ma non escludo affatto che, sulla base della cronaca, nuove suggestioni possano farsi spazio, a scapito di altre.

E soprattutto confido che questa nuova avventura possa divertirci e piacerci.

 

Gianfranco Domizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *