“Il ciambellone” della nonna

L’attesa delle vacanze natalizie mi provocava una gioia ineffabile. Quando ero bimba, partire da casa mia per andare a Latina dai nonni materni mi entusiasmava incredibilmente. Al mio arrivo ad attendermi c’era sempre lei, una torta “altissima” dal profumo inebriante. La trovavo appoggiata sul tavolo della cucina e nel momento in cui la vedevo cominciavo già a pregustare la sua squisitezza.

E mentre guardavo quel dolce dai colori appetitosi e annusavo la fragranza che mi coccolava l’anima, mi assaliva un desiderio di tuffarmici dentro. Avrei voluto rotolarmi nel cacao, sprofondare nella parte più morbida della torta, per poi ritrovarmi con la bocca piena di cioccolato e i capelli intrisi di mompariglia*. Ero proprio una bimba golosa. Quale bambino non lo è?

Oggi, pur non comprendendo bene se sono rimasta più golosa che bambina o viceversa, resta il fatto che custodisco gelosamente la pentola-fornetto che mi è stata regalata affinché mantenessi la tradizione di “sfornare” la ciambella più buona del mondo. La pentola non posso donarla a nessuno, ma il segreto della super ciambella, invece, ho proprio intenzione di rivelarlo subito, ecco la ricetta.

 

*Mompariglia: un must per tutte le decorazioni, non è altro che zucchero colorato commestibile.

 

 CIAMBELLONE DELLA NONNA

Io per dosare uso un bicchiere da 200cc circa.

INGREDIENTI:

4 uova

2 bicchieri di zucchero

1 bicchiere di olio di semi di girasole

1 bicchiere di latte o di acqua a scelta per gli intolleranti

1 bustina di lievito vanigliato per torte

2 bicchieri ½ di farina 00

½ bicchiere di cacao amaro in polvere

Un pizzico di sale.

PREPARAZIONE:

Il procedimento è abbastanza semplice: montate le uova con lo zucchero fino a che non diventano spumose, aggiungete l’olio a filo, quindi il latte e infine la farina con il lievito e il pizzico di sale.

Prendete una parte di impasto e amalgamatelo con il cacao.

Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella da 26 cm di diametro, versateci dentro il composto scuro, livellate e aggiungete successivamente l’impasto chiaro.

Cuocete in forno statico a 180° per 40 minuti.

Ricordate che ogni forno è diverso e quindi è sempre bene controllare la cottura infilando uno

stecchino e verificando che non sia bagnato prima di sfornarlo (io, per mantenere la tradizione di mia nonna,

uso la Pentola Fornetto sul fornello).

Sfornate “il ciambellone” e fatelo raffreddare nella teglia prima di sformarlo.

Le decorazioni da utilizzare sono molteplici: tra le varie, per le festività natalizie ho scelto una glassa al cacao:

120gr di zucchero a velo

15g di cacao amaro

3-4 cucchiai di acqua calda

1 cucchiaino di olio di semi di girasole.

In una ciotola mescolate con una frusta a mano lo zucchero a velo con il cacao, aggiungete man mano 3-4 cucchiai di acqua calda e l’olio, mescolate bene fino ad avere una glassa densa da versare subito sulla torta.

Cospargete di mompariglia colorata o decorate a piacere.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo

Dolce Vita

 

Barbara Lo Rillo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *