Braciole di maiale all’uva

Mettere le braciole su di un piatto e versare il succo di limone.

Grazie alle mie origini mantovane. Come si fa a non amare questo succulento animaletto?

Lasciare marinare in frigo per un’ora.

Così, in quel lasso di tempo, potete leggere un buon libro.

Cuocere in una padella con sale, pepe e il limone rimasto, senza olio.

Un po’ come scrivere una bella storia: quando si ha la struttura, basta aggiungere il resto degli ingredienti per renderla appetibile.

Quando sono quasi pronte aggiungere i chicchi d’uva tagliati metà.

Ed eccolo qui, il colpo di scena. Proprio quello che non ti aspetti.

Versare il vino e alzare la fiamma.

O alzate il volume, se amate la musica.

Dopo che sarà evaporato, servire e gustare.

E buone feste a tutti!

 

Roberto Baldini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *