Grazie a tutti!

Oggi www.lintelligente.it compie un anno. Con 9 rubriche, 180 articoli, più di 33.000 visite totali al sito, la squadra de “l’Intelligente” il primo settembre ha compiuto il suo primo anno di attività.

E’ già trascorso un anno da quando l’équipe de www.lintelligente.it ha deciso di unirsi per affrontare temi scottanti da prospettive impopolari.

Da allora, il quindicinale di approfondimento culturale a sfondo sociale, ha fatto inchieste che i “migliori giornali” si son ben guardati dall’affrontare, ha informato con coscienza, professionalità e competenza ammirevoli e ha approfondito temi da punti di vista scomodi e sgraditi.

Questo breve articolo però non vuole essere una lettera autoreferenziale, bensì una manifestazione di gratitudine verso la meravigliosa squadra di cui faccio parte e che ha reso realizzabile un mio grande sogno.

Allora ecco nomi e cognomi!

Innanzitutto un ringraziamento speciale va agli ideatori e fondatori del giornale, cioè ai soci Marzia Schenetti e Gianfranco Domizi con cui abbiamo pensato, plasmato e affinato questo strumento di informazione che, ricordiamo, si basa solo e unicamente sul volontariato. Bisogna rammentare inoltre che io, Marzia e Gianfranco durante questo anno abbiamo sostenuto l’intero carico delle spese di fondazione e di gestione, oltre a provvedere alla copertura di tutte rubriche del Quindicinale, almeno fin quando non si sono uniti a noi gli altri meravigliosi collaboratori che sono: Nunzia Manzo, Nadia Farina, Annabruna Gigliotti, Roberto Baldini e la corretrice di bozze Ivana Cavalletti. Infine, ma non per questo meno importanti, sono doverosi i ringraziamenti che pongo a coloro i quali hanno saltuariamente collaborato alla stesura dei pezzi o si sono occupati di altre mansioni, come Franca Giaroni, Claudia Forini, Annalisia Fanfoni e Barbara Lo Rillo.

Il ringraziamento più grande però va ai lettori. Loro rappresentano l’unico incentivo che ci porterà presto a grandi risultati.

Grazie infinite ai trentatremila visitatori de www.lintelligente.it, ai quali faccio presente che questo Quindicinale ha deciso di rifiutare interessanti contratti con diversi generosi sponsor solo perché questi non erano in linea con i principi idieologici  dei redattori, o si presentavano nella sostanza in contrapposizione all’orientamento etico del nostro Qundicinale.

Grazie a tutti, davvero!

 

 

Antimo Pappadia

(Direttore responsabile)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *