“Mai” e “sempre”: parole killer

Ognuno di noi comunica principalmente col corpo. Quando interagiamo in società il linguaggio espresso dalla mimica, dalla postura, dal tono della voce e da altri innumerevoli segnali inviati dal nostro corpo, rappresenta un mezzo di espressione ben più efficace, completo e autentico di quello verbale. Nonostante il tema generi la solita guerra delle percentuali diverse, tutti gli studiosi concordano sul fatto che almeno i due terzi della comunicazione tra persone avviene su un piano gestuale e non verbale.

Tuttavia, esistono alcune parole che non andrebbero mai dette! Sono le cosiddette “parole killer” il cui significato intrinseco mette a dura prova i rapporti fondati sulla stima e sull’amore.

Oltre agli ovvi termini volgari, offensivi o minacciosi che tutti noi possiamo immaginare, ci sono anche altre parole che, seppur apparentemente innocue, possono rivelarsi destabilizzanti per qualsiasi rapporto umano, inclusi quelli ritenuti più solidi.

Le parole che prendiamo in analisi oggi sono “mai” e “sempre”. Frasi come «Tu non fai mai nulla per me» oppure «Tu sei sempre in ritardo» dette ad esempio ad un partner, possono creare in chi le ascolta un turbine di emozioni negative. Vocaboli come “mai e sempre” racchiudono un significato generalizzante di un dato oggettivo, quindi non rappresentano più una semplice critica ad uno specifico argomento o comportamento, ma diventano un giudizio negativo riferito alla personalità dell’altro. Ecco il motivo per cui queste parole possono, potenzialmente, minare qualsiasi rapporto affettivo.

La maggior parte di noi, in genere, è ben disposto a riconoscere una propria mancanza. Al tempo stesso però, nessuno sarà mai incline a piegarsi sotto un attacco pregiudizievole, anche quando questo viene mosso dalla persona che più si ama al mondo.

Pertanto dire “Sarei veramente felice se cominciassi a fare questa cosa per me” invece di dire “Non hai mai fatto nulla per me”, oppure “Sei un’altra volta in ritardo” invece di “Sei sempre in ritardo”, potrebbe non solo evitare furiose e sterili liti, ma anche diventare uno spunto costruttivo per migliorare tutti i rapporti che dall’amore e dalla stima traggono la loro linfa vitale.

 

 

Antimo Pappadia