Disabilità e invecchiamento

Giovedì 19 aprile, presso l’ospedale di Guastalla (Reggio Emilia), si è tenuto un importante e pionieristico corso di formazione professionale rivolto a tutti gli operatori sociali impegnati sul territorio. Il corso, organizzato dall’Unione dei Comuni della Bassa Reggiana (Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Reggiolo e Poviglio), non solo ha permesso il confronto delle diverse figure presenti, ma è anche riuscito nell’intento di unire umanità e professionalità in un clima cordiale e sereno. I temi trattati, oltre al “Dopo di noi”, sono stati diversi. Si è discusso di piani educativi, di evoluzione e di involuzione cerebrale, di psicosi, di arte e di bellezza.

Tra i relatori erano presenti figure di alto profilo professionale note anche al di fuori del nostro territorio. Tra questi ricordiamo il Dottor Gianfranco Marchesi, neurologo, fisiatra e appassionato di neuroscienze dell’estetica, il Dottor Maurizio Alberti, geriatra, la dottoressa Donatella Zanoni, psichiatra. Il moderatore del corso era Paolo Berni responsabile  del territorio dell’area disabli. Un’altra peculiarità di questo corso è che la somma degli anni di esperienza dei tre relatori supera abbondantemente il secolo; un bagaglio esperienziale immenso, messo a disposizione di un servizio che purtroppo, ultimamente, sta tirando fuori il peggio di sé.

In un momento storico in cui le formazioni professionali vengono scelte in maniera spesso superficiale, oppure per favorire i soliti amici degli amici, il fatto che il corso “Disabilità e invecchiamento” sia stato tenuto da veterani dei Servizi dotati di grande spessore, è una piccola nota positiva a favore di un Welfare che, purtroppo, negli ultimi tempi non risulta più in linea con lo scopo benefico per cui è stato concepito.

 

La redazione