La Casa del Tibet di Votigno di Canossa (RE)

Sorta col benestare del Dalai Lama, la prima Casa del Tibet istituita in Europa e l’unica presente in Italia si trova a Votigno di Canossa, in provincia di Reggio Emilia.

Trattasi di una Onlus che non ha solo lo scopo di far conoscere e preservare la cultura Tibetana, ma si prefigge anche l’obiettivo di infondere un pensiero di pace e un messaggio culturale di non violenza.

La Casa del Tibet di Votigno, dal punto di vista paesaggistico, è un paradiso. Immerso nel verde dell’appennino emiliano, il visitatore viene rapito da un’atmosfera himalayana e non potrà fare a meno di sentirsi avvolto da una sensazione di serenità e di pace. Da aprile a settembre è possibile soggiornavi con poche decine di euro e, per chi lo volesse, la Fondazione affitta spazi ai privati anche per matrimoni, concerti, eventi e mostre. A tale proposito, attualmente sono in corso dei lavori per inaugurare a breve un altro spazio che sarà messo a disposizione dei richiedenti durante i mesi invernali per qualsiasi attività culturale o sociale.

Un particolare che non tutti sanno è che proprio nella Casa del Tibet di Votigno di Canossa che è nata l’idea di far giocare  “La partita del cuore”  della Nazionale cantanti, giocata nello stadio di San Siro il 31 maggio 2005. Tale iniziativa, che vide come testimonial il famoso attore R. Gire, ha fatto sì che in India, a Bangalore, venisse costruito un college per profughi tibetiani.

La Casa del Tibet di Votigno, inoltre, ha al suo interno un Museo aperto tutte le domeniche, inaugurato niente meno che dal Dalai Lama il 25 ottobre del 1999.

 

La redazione